Come aumentare le difese immunitarie 

(di Emma Salani, Liceo M.Morandi classe IV T)

Le difese immunitarie proteggono l’organismo dall’aggressione di agenti infettivi, come virus e batteri. Ci aiutano a riparare le ferite, a rimetterci dai traumi. Tenendo sotto controllo e reagendo opportunamente ad attacchi esterni o a malfunzionamenti interni, le difese immunitarie, attraverso una serie di processi biochimici e cellulari, permettono all’organismo di mantenersi integro e sano.

L’efficienza delle difese immunitarie non è costante nel corso della vita, ma può andare incontro ad alti e bassi in relazione all’età, allo stato nutrizionale, allo stile di vita e al livello di stress psicofisico cui si è esposti. Rispetto all’età, si può dire che il sistema immunitario, che nell’infanzia è ancora parzialmente inefficiente e in via di costruzione, arriva a esprimere le sue massime potenzialità protettive dopo la pubertà, mantenendole poi per tutta l’età adulta. Invece nell’anziano tornano ad avere un netto calo di efficienza a causa delle patologie che intervengono nel corso della vita.

In più, oltre a servire per tenersi in forma e scaricare lo stress, anche lo sport ha un’azione positiva anche sul sistema immunitario perché riduce lo stato di infiammazione dell’organismo. In questo modo contribuisce a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, diabete e malattie polmonari. Le persone che svolgono attività fisica regolarmente hanno un sistema immunitario più forte e sono in grado di rispondere meglio all’aggressione degli agenti patogeni come i virus. Durante l’attività fisica, infatti, si ha un aumento dei globuli bianchi, che si interrompe subito dopo il termine dell’attività, e un aumento dell’efficacia del nostro sistema immunitario. 

Alimentazione

La più importante difesa che abbiamo contro i virus, in assenza di farmaci inibitori è il nostro sistema immunitario. È noto che la nutrizione svolge un ruolo essenziale nello sviluppo e mantenimento del sistema immunitario. Da un lato, le carenze nutrizionali possono compromettere la risposta immunitaria e rendere la persona maggiormente esposta alle infezioni.  Invece, un buono stato nutrizionale può prevenire la comparsa di malattie e l’immunodepressione.

La resistenza alle infezioni può essere migliorata fornendo all’organismo antiossidanti: sono molecole che aiutano a difendersi dall’attacco di agenti nocivi e dallo stato di stress ossidativo provocato dai radicali liberi. Gli antiossidanti più potenti sono: 

  • il Glutatione: si trova anche in alcuni vegetali tra cui l’asparago, l’avocado, gli spinaci, le pesche e le mele. 
  • la Vitamina C: le principali fonti sono kiwi e agrumi, uva, peperoni, peperoncino, ribes nero, timo fresco, prezzemolo, rucola, crucifere, coriandolo ed erba cipollina;
  • la Vitamina E: ne sono ricchi gli oli vegetali, avocado, nocciole, arachidi, cereali integrali, semi di girasole, mandorle, curry, origano, avocado, kiwi;
  • la Vitamina D (sintetizzata naturalmente dal corpo esponendosi al sole):  gli alimenti di origine animale più ricchi sono l’olio di fegato di merluzzo, i pesci grassi, gamberi, tuorlo d’uovo, formaggi e burro. I funghi invece ne rappresentano l’unica fonte vegetale;
  • il B-Carotene: si trova maggiormente nell’olio di fegato di merluzzo, fegato, peperoncino, carote, albicocche secche, zucca, prezzemolo, pomodori maturi, broccolo e cavolo verde.

Una forte immunità passa anche da un intestino sano: è nota da tempo la relazione tra l’efficacia di risposta del sistema immunitario e lo stato di salute del microbiota intestinale. Per mantenere in equilibrio l’intestino è necessario assumere regolarmente alimenti cosiddetti probiotici come ad esempio: lo yogurt e il kefir, i crauti; il tempeh; la soia fermentata.

Spesso solo con l’alimentazione non si riesce ad assumere queste sostanze in quantità adeguate. Ecco allora che si ricorre agli integratori

Integratori

In alcuni periodi dell’anno, come durante il cambio di stagione o nel pieno dell’inverno, e soprattutto per soggetti con un sistema immunitario compromesso,  un integratore può essere un aiuto molto valido per rafforzare le difese immunitarie. Essi contengono specifiche sostanze adibite a tale scopo: vitamina c, il resveratrolo, lattoferrina, papaya fermentata, vitamina d, fermenti lattici, echinacea, zinco, rame e selenio; queste danno manforte all’organismo nel modulare l’azione del sistema immunitario e aiutano a combattere e limitare le infezioni virali. Parliamo di integratori alimentari che si possono trovare in formulazioni anche molto diverse: si va dalle capsule, alle compresse, dalle gocce, agli sciroppi. In base al tipo di integratore, cambia anche la posologia.

Integratori in compresse: i multivitaminici in compresse sono molto comodi e pratici nel dosaggio, facili da assumere in qualsiasi momento e in qualsiasi contesto. Rispetto ad altri formati presentano lo svantaggio di contenere, in alcuni casi, sostanze leganti ed eccipienti, quindi sono integratori meno “puri” rispetto a un formato in capsule o gocce. Ad esempio:Swisse difesa immunitaria: contiene zinco, echinacea, rame, magnesio, vitamica c

Integratori in capsule: le capsule sono caratterizzate da un involucro cilindrico contenente la sostanza da assumere in polvere: è possibile assumerle sia interamente, con l’involucro, o anche aprendole e assumendo soltanto la polvere contenuta. Si tratta di un formato più naturale rispetto alle compresse, anch’esso facile da dosare, anche se è poco digeribile (perché fatte di cellulosa e sostanze di origine animale, come ad esempio la gelatina). Ad esempio: Esi Echinaid Urto: contiene echinacea, uncaria, acerola, rosa canina (tutte fonti di vitamina c)

Integratori in tavolette o caramelle gommose masticabili: altro formato solido che potrebbe rivelarsi una buona opzione per i bambini è l’integratore multivitaminico in tavolette masticabili, sono spesso alla frutta o con altri aromi dolci, quindi sono facili da far assumere ai più piccoli. Ad esempio: Swisse immuni gummy: contiene vitamina c, vitamina d, zinco, selenio

Integratori in fiale: sono multivitaminici raccolti in piccole fiale contenenti circa 30 ml di sostanza, che solitamente equivalgono al dosaggio giornaliero consigliato. Le fiale sono senza dubbio tra i formati più comodi, poiché sarà possibile portarne sempre una anche fuori casa senza occupare troppo spazio. Ad esempio: Supradyn difese 50+: contiene vitamina B12, niacina, zinco. 

Integratori in gocce: Il multivitaminico in formato gocce è quello più utilizzato per i bambini, vista la semplicità d’uso. Ad esempio: dicoflor immuno: contiene vitamina D e fermenti lattici.

Integratori orosolubili: consigliati per adulti, consistono nell’assunzione di 1 bustina una volta al giorno, preferibilmente lontano dai pasti, lasciando sciogliere il contenuto direttamente in bocca. Ad esempio:                                    Lattoferrina 200 immuno:  contiene lattoferrina..

Integratori in sciroppi: L’utilizzo di questo tipo di integratori in sciroppo è indicato per bambini fino ai 12 anni. Ad esempio Immuno Mix è un prodotto completamente naturale.. 

Contatti

Una farmacia a disposizione del cliente

Se desideri ricevere maggiori informazioni sui nostri prodotti o servizi, non esitare a contattarci.